Risparmiare sulla bolletta del gas? Con un nuovo sistema di riscaldamento puoi azzerarla

Trovare una bolletta nella cassetta della posta non è mai una bella notizia. Se poi la bolletta è quella del gas, meglio fare un respiro profondo prima di aprirla. Tra costo del gas e tasse associate, il prezzo di questo combustibile, in particolare nei mesi invernali, può risultare davvero proibitivo. 

Nonostante spesso venga dato per scontato, il riscaldamento incide in maniera pesante nel bilancio di una famiglia e non sempre ci si preoccupa abbastanza di come ridurre i costi. Non sempre si ha piena consapevolezza di quali siano le modalità tecnologiche per farlo. Le alternative per risparmiare sulla bolletta gas sono in realtà moltissime, da ristrutturazioni dell’edificio a investimenti su nuovi impianti. Addirittura, con la scelta giusta, è possibile azzerare completamente questa bolletta: vediamo come.

Le alternative per risparmiare sulla bolletta gas

Le caldaie tradizionali hanno vita breve. In Svizzera, dal 2016, è stato fatto divieto di produrre nuove caldaie di questo tipo. Ad oggi, dunque, l’unica alternativa per dotarsi di una caldaia tradizionale è quella di comprarne una prodotta più di tre anni fa. È ovvio che, data la vita media di 15-20 anni, nel medio periodo non sia più conveniente acquistare un impianto di questo tipo. Impianti che, inoltre, hanno un rendimento energetico più basso e quindi un costo maggiore a parità di prestazione.

Gli incentivi dei diversi Stati Europei stanno promuovendo le ristrutturazioni di appartamenti e impianti industriali con finalità di maggiore efficienza energetica e, al contempo, supportano l’acquisto di impianti di riscaldamento di nuova generazione.

Un’alternativa per risparmiare sui costi del riscaldamento è quella di efficientare il proprio appartamento attraverso interventi strutturali per ridurre la dispersione di calore (es. cappotti termici interni o esterni, acquisti di doppi vetri). Questa opzione, tuttavia, può risultare infattibile per tutte quelle famiglie che vivono nei condomini o che non possono sostenere un investimento rilevante nel breve periodo.

Con l’obiettivo di ridurre i costi in bolletta, un’alternativa più semplice è quella di modificare il proprio impianto di riscaldamento, acquistando ad esempio una caldaia a condensazione. Le caldaie a condensazione sono sistemi che, a parità di gas consumato rispetto a quelle tradizionali, scaldano di più. Ciò succede perché, nel processo di combustione, i vapori della condensazione vengono ri-utilizzati per produrre calore. Una caldaia a condensazione porta, dunque, sia un beneficio in termini ambientali sia in termini economici. In questo tipo di impianti, si può raggiungere un rapporto tra energia consumata e prodotta del 98%! 

Le alternative per azzerare la bolletta del gas

Hai mai pensato di poter smettere di pagare per il gas? Probabilmente no. In verità, sono sempre di più gli appartamenti che sono completamente alimentati dall’energia elettrica, risultando più sicuri, meno dannosi dal punto di vista ambientale e meno costosi! I costi si riducono, infatti, non solo in bolletta ma anche negli interventi di manutenzione.

Ma come fare? Prima di tutto, sarà necessario utilizzare per la cucina delle piastre a induzione magnetica. Oltre questo, rimane da affrontare soltanto il problema del riscaldamento. Per evitare il gas anche in questo campo, sempre di più si stanno affermando le pompe di calore, o termopompe. La termopompa ha un funzionamento speculare al frigorifero: attraverso un delicato sistema di differenze di pressioni, compressione e trasformazione di aria, la pompa di calore riesce a rilasciare calore in un edificio o, in alternativa, anche a raffreddare l’appartamento. Ciò che è importante è che tutto questo sistema è completamente alimentato dall’energia elettrica. Energia che non solo risulta meno costosa dell’approvvigionamento a gas ma può anche essere autoprodotta, attraverso ad esempio pannelli fotovoltaici. Nonostante la termopompa risulti al momento più costosa rispetto a tecnologie tradizionali, in pochi anni sarà possibile più che ripagare l’investimento. 

In conclusione: scegliere come investire Le tecnologie per ridurre l’impatto ambientale dei nostri appartamenti, e nello stesso tempo ridurre i costi in bolletta, sono numerose e si stanno diffondendo sempre di più. In base alle proprie esigenze, alla tipologia di casa in cui si risiede e alla propria disponibilità economica, sarà possibile scegliere se investire nella maggior efficienza energetica del proprio appartamento, in un impianto di riscaldamento innovativo o addirittura in impianti totalmente alimentati da energia elettrica. Ciò vale non solo per case private ma anche per stabilimenti industriali, i quali potrebbero avvantaggiarsi con grandi impatti sui costi di produzione.

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.